Sic transeat gloria mundi

5 Maggio 2021

IN STREAMING Progetto Alfa Odv presenta: “Sic transeat gloria mundi”
Ricordando Napoleone 1821-2021 tre dirette per ricordare un grande condottiero che ha soggiogato l’Europa.
 
  • Il Memoriale di Sant’Elena: Napoleone tra Storia e idealizzazione

Massimiliano Zaino, filosofo e storico, spiegherà l’importanza di ricordare Napoleone ed esporrà i concetti-chiave per la corretta lettura del Memoriale tra apologia letteraria ed autentica testimonianza storica;

https://fb.watch/ayGUMy4beP/

  • L’erede di Napoleone. Napoleone II, re di Roma (1811-1832)

La sfortunata vita dell’unico figlio di Napoleone Bonaparte, destinato a dominare l’Europa ed invece condannato all’oblio. Intervista ad Andrea W. Castellanza: co-fondatore e senior content manager di NWFactory.media. È Autore e voce di “Bistory – Storie dalla Storia”, uno dei podcast italiani più ascoltati. Si occupa di formazione culturale e audiovisiva. Ha svolto e svolge docenze per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la Business School del Sole 24 ore e numerose realtà accademiche e formative. Ha diretto l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni e la Film Commission Varese. Ha curato la regia di documentari, cortometraggi, video commerciali e soprattutto film e video sociali, collaborando sia con enti e aziende come UNESCO, Mediaset e Fondazione Cariplo che con enti e amministrazioni pubbliche. Ha inoltre pubblicato libri, testi e articoli sulla cultura e la formazione audiovisiva.

https://fb.watch/ayGVTEjx5g/

  • Napoleone e la musica

L’epoca rivoluzionaria e napoleonica è ricchissima di musica ispirata dalle imprese del generale-imperatore da autori meno noti come Mehul o celeberrimi come Beethoven. Le idee della Rivoluzione hanno influenzato anche trasversalmente il mondo musicale dalla trasformazione degli strumenti militari in strumenti musicali, alla diffusione delle bande come orchestre popolari fino al modello operistico francese diffuso in Europa, divenuto preludio all’opera romantica. Intervista a Maria Chiara Mazzi, diplomata in pianoforte e clavicembalo a Bologna e laureata in Lettere Moderne. Ha lavorato per il RISM di Kassel e per il DEUMM dell’Utet, ha pubblicato saggi storico-musicali per riviste specialistiche e su volumi miscellanei. Collabora con il Museo del Risorgimento di Bologna e con la Fondazione Rossini di Pesaro per la quale cura l’allestimento delle mostre a Casa Rossini dal 2017.
Tre giorni, tre esperti, tre dirette sulla pagina Facebook di Progetto Alfa e sul suo canale YOUTUBE.

https://fb.watch/ayGWBHm1wr/